Come realizzare un calendario editoriale social: consigli e template

Prima di arrivare al sodo di questo articolo (ovvero, esempi e consigli per realizzare un calendario editoriale per social media), è bene porsi una domanda: perché occorre farlo? Ci sono vari motivi: il più importante è che un piano editoriale ti permette di misurare obiettivi e risultati. E quindi di gestire al meglio gli sforzi e gli investimenti economici, aggiustando il tiro quando necessario, per creare engagement con il tuo pubblico e infine aumentare le vendite.

In questo articolo ti spiego come creare un calendario editoriale di contenuti, quali sono i modi per ovviare al problema del “e adesso cosa scrivo?” e come renderlo efficace. In più, visto che sono buona, ti allego anche un template per calendario editoriale, scaricabile gratuitamente!

Perché creare un calendario editoriale?

Nell’ordine regna la chiarezza.

A parlare non è Marie Kondo, ma una copy altrettanto maniaca dell’ordine! Ordine e programmazione sono i due pilastri su cui si fonda ogni buona content strategy.

Oggi, la comunicazione dei brand avviene su diversi social media. Ognuno si rivolge a un particolare target, quindi richiede determinati contenuti, eventuali cambi di TOV, campagne diverse e orari di pubblicazione diversi. Avere un’idea chiara e precisa di cosa succede su ogni social è fondamentale.

Creare un calendario editoriale può sembrare una perdita di tempo. In realtà, è uno strumento utilissimo che permette di guadagnare tempo e misurare con precisione l’efficacia dei contenuti che crei.

Inoltre, grazie al calendario e ai tools di pubblicazione programmata puoi pianificare con anticipo i post e pianificare un flusso di contenuti organico e ben distribuito sui vari temi e argomenti che vuoi comunicare al tuo pubblico. In questo modo, risolvi il problema della mancanza di ispirazione o di idee (perché ci sono giorni in cui proprio non si cava un ragno dal buco!).

Grazie al calendario editoriale:

  1. Puoi creare una content strategy organica
  2. Puoi creare un flusso di contenuti vario e costante nel tempo
  3. Puoi pianificare le pubblicazioni sui social media
  4. Puoi misurare l’engagement del tuo pubblico
  5. Puoi modificare la tua strategia a seconda dei risultati

Cosa fare prima di creare un calendario editoriale

Prima di gettarti a capofitto nella creazione dei contenuti, ci sono alcune cose molto importanti da definire. Bisogna sempre ricordare che il calendario editoriale è uno strumento che ti aiuta a realizzare una strategia di content marketing. Quindi occorre prima definire:

Vuoi salire a bordo?

Iscriviti alla nostra newsletter!
  • Obiettivi
  • Audience
  • Competitor
  • Social media

Dopo aver definito obiettivi specifici, misurabili, attuabili, rilevanti e temporali (S.M.A.R.T.), fai un’analisi accurata della tua audience. Come si comporta sui social, quali sono gli interessi, cosa cerca ecc. Usa la stessa attenzione nell’analizzare i tuoi competitor e il mercato di riferimento. Cosa fanno, cosa non fanno, quale engagement creano grazie ai contenuti, quali immagini utilizzano e quali temi affrontano. Last but not least, scegli i social media su cui lavorare per comunicare contenuti di valore al tuo target. È importante essere su quelli giusti per il tuo business.

Come creare un calendario editoriale

Una volta definiti obiettivi, misurazioni, target di riferimento e social media, arriva il momento di cercare l’ispirazione.

Scegli un Tone of Voice che rispecchi la personalità del tuo brand e che si allinei con l’audience. I social, si sa, sono spazi virtuali in cui la comunicazione si può permettere di essere più colloquiale e fresca, meno “impostata” di quella che si utilizza su un sito web, una brochure o una company profile.

Fai ricerca sul web e crea una banca di immagini da cui trarre ispirazione per creare grafiche, fotografie e video. Ti può aiutare creare un documento con palette colori, font e layout grafici da utilizzare. In questo modo il tuo feed sarà ordinato e coerente, e tu non dovrai partire da zero ogni volta per creare i tuoi post.

Definisci dei macro-temi di cui parlare e che siano di grande interesse per la tua audience. Possono essere 3, 4 o anche di più. Utilizza questi temi per creare contenuti diversi da pianificare nel corso di un mese. Questa tecnica ti aiuta a risolvere il problema della mancanza di idee ed evita le ripetizioni.

Crea contenuti di valore e inseriscili nel tuo calendario editoriale. Indica tutto: giorno e orario di pubblicazione, social media di riferimento, copy e grafica. Una volta completato il tuo sheet di lavoro, puoi iniziare a programmare i contenuti tramite tool di pianificazione come Hootsuite, Buffer o il Creator Studio di Facebook (utilizzabile per Facebook e Instagram).

Il calendario editoriale deve tener conto di una strategia di sponsorizzazioni creata ad hoc per ogni social. Solo in questo modo si può dare il giusto risalto ai contenuti che crei e ottenere risultati. Per metterla in metafora, fare un bel calendario editoriale è come comprare una bella auto. Senza la benzina per farla funzionare (leggi: budget da investire in sponsorizzazioni), l’auto rimane in garage: nessuno la vede e tu non vai da nessuna parte.

Insieme al tuo calendario, quindi, programma una strategia di contenuti a pagamento che tenga conto, ancora una volta, di obiettivi, target e mercato di riferimento.

Ti va di cominciare?
Per aiutarti, abbiamo preparato un template gratuito che puoi utilizzare per creare il tuo calendario editoriale. Buon lavoro!

SCARICA IL TEMPLATE

Irene
Irene

Ehy, ciao! Sono Irene, copywriter e content editor di Graffette. Nonostante la mia passione per la scrittura creativa, è nei testi persuasivi che do davvero il meglio di me. Vuoi prendere all’amo i tuoi clienti? Contattami, ho la barca pronta e le esche migliori!

Lascia un commento