Copywriting per il settore Beauty: come scrivere le schede prodotto

Qualcuno ha detto eCommerce? In un mercato dove sempre più persone scelgono di comprare online, è fondamentale ideare schede prodotto che offrano all’utente un’esperienza d’acquisto positiva su tutti i fronti. Se non puoi esserci tu in persona a consigliare, informare e far sognare i tuoi clienti, fai in modo che lo facciano i testi del tuo eCommerce. Un’esperienza poco soddisfacente difficilmente porterà l’utente a cliccare “acquista” su quel carrello. E questa può esserlo per molti motivi: informazioni poco chiare, un tono di voce troppo impersonale, una grafica poco accattivante o troppe domande che rimangono senza risposta. Guardiamo insieme qualche esempio per capire quali sono le cose da fare e quelle da evitare per creare schede prodotto che vendono.

Una scheda prodotto ha una sua dignità se ha queste 4 caratteristiche.

Ora ti dico un segreto da feticisti del copywriting: le schede prodotto sono eccitanti. Può sembrare strano, perché non parlano della mission del brand, non spiegano la philosophy, non si fanno tante pippe mentali e sono sempre in fondo a tutto il resto. Eppure, è qui che succede la magia.

Se una scheda prodotto non funziona, l’utente non compra. Il che significa che il copywriting ha fallito miseramente nel suo ruolo di scrittura che, appunto, ha l’obiettivo di spingere all’acquisto. Una tragedia! Ma se la scheda è scritta in modo efficace e risponde ai 4 must-have fondamentali, allora hai fatto bingo. Alla base di una scheda prodotto che vende ci sono:

  • UTILITÀ
  • USABILITÀ
  • IMMAGINE
  • CREATIVITÀ

Per essere utile, la scheda prodotto deve descrivere in modo chiaro i benefici e le caratteristiche del prodotto. In più, deve essere in grado di rispondere alle domande che nascono nella testa del lettore e che impediscono l’acquisto. Ricorda: il dubbio è logica, e la logica è nemica della vendita. Risolvi i dubbi e avrai un lettore convinto della sua scelta di acquisto.

Una scheda prodotto user friendly nasce quando si studia bene l’architettura generale della pagina. L’obiettivo è far sì che l’utente trovi tutte le informazioni con facilità. Questo perché ha fretta e vuole tutto e subito.

L’immagine è fondamentale per attirare l’attenzione. Un’immagine sgranata, troppo piccola o con colori sbagliati può vanificare anche il copy più bello della storia. Cura l’aspetto grafico e fotografico della tua scheda prodotto se vuoi attirare e invogliare gli utenti.

La creatività è la ciliegina sulla torta, perché rende il testo della scheda prodotto piacevole alla lettura, senza perdere di chiarezza. L’acquisto di un prodotto, soprattutto nel settore beauty, è legato al concetto di piacere. Ecco perché è così importante aggiungere qualche tocco in più per aiutare l’utente a immaginare il benessere che proverà usando il tuo prodotto.

Analizziamo pro e contro di 5 schede prodotto di brand del settore

COMFORT ZONE

Pro: bell’esempio di usabilità quello della scheda prodotto, che utilizza icone grafiche per informare l’utente sui benefici del prodotto e per quali tipi di pelle è adatto. Comfort Zone descrive con parole chiare la formulazione e pone l’accento sulla sostenibilità.

Contro: la descrizione degli ingredienti è molto tecnica, quindi risulta poco comprensibile alla lettura.

Sito: it.comfortzoneskin.com

MÀDARA

Pro: ogni prodotto è introdotto da un claim emozionale, che stimola subito l’interesse. Belle le immagini, che presentano i prodotti anche all’interno di un contesto naturale ed evocativo. Màdara inserisce una sezione in cui l’utente stesso può fare una domanda specifica sul prodotto.

Contro: anche in questo caso, bocciata la descrizione tecnica degli ingredienti.

Sito: www.madaracosmetics.com

Vuoi salire a bordo?

Iscriviti alla nostra newsletter!

LUSH

Pro: Lush è la regina delle schede prodotto. Praticamente ti racconta una storia e ti fa desiderare fortemente di acquistare il prodotto dalla prima riga di testo. Qui la creatività è dosata perfettamente. Se cerchi un esempio da seguire per descrizione e lista degli ingredienti, Lush fa al caso tuo. E poi: vogliamo parlare dell’immagine? Fa-vo-lo-sa!

Contro: non pervenuti!

Sito: it.lush.com

KIEHL’S

Pro: Kiehl’s fa un ottimo uso delle recensioni, utilissime come leva di persuasione per l’utente che cerca la riprova sociale.

Contro: bocciato il Tone of Voice troppo impersonale e la lista ingredienti che metterebbe a dura prova anche un chimico.

Sito: www.kiehls.it

DIPTYQUE PARIS

Pro: Quando leggi la scheda prodotto di Dyptique, vieni catapultata immediatamente in un’atmosfera da sogno, a Parigi. Ti senti anche un po’ parigina: più bella, più elegante e più chic. Grande chiarezza nelle descrizioni e un punto in più per il link in cui spiegano la filosofia del brand e le regole che seguono nella composizione dei prodotti.

Contro: con tutto questo ben di dio testuale, uno si aspetterebbe un’immagine più d’impatto. E invece…

Sito: www.diptyqueparis.com

Bene, spero di esserti stata utile! Ora hai tutti gli strumenti per scrivere schede prodotto che vendono e fanno sognare. Che è poi il bello di acquistare prodotti dedicati alla bellezza e alla cura di se stessi. Viva le schede prodotto, quindi! E buona scrittura.

Irene
Irene

Ehy, ciao! Sono Irene, copywriter e content editor di Graffette. Nonostante la mia passione per la scrittura creativa, è nei testi persuasivi che do davvero il meglio di me. Vuoi prendere all’amo i tuoi clienti? Contattami, ho la barca pronta e le esche migliori!

Lascia un commento

Vuoi scoprire come avviare un Ecommerce di successo?

Scarica la nostra guida gratuita